Cookie

AUTOBLOCCANTI

5 risultati in 1 pagina/e Visualizzati da 1 a 5
  • COSA METTERE SOTTO LA PAVIMENTAZIONE AUTOBLOCCANTE?

    La base  per un pavimento in massello autobloccante è fondamentale per garantirne la durabilità nel tempo. 

    Pertanto, è essenziale descrivere i diversi strati di supporto della pavimentazione per dimostrare come, se realizzati correttamente con materiali di qualità, possano prevenire questo problema.

    Analizziamo i vari strati necessari per il corretto sostegno di una pavimentazione in massello autobloccante:

    1. Terreno naturale
    2. Telo geotessile: posizionato almeno 30 centimetri sotto il livello finale, funge da barriera tra il terreno e il resto della struttura.
    3. Sottofondo stabilizzato: posizionato da 20 a 30 cm sotto il livello finale, costituito da materiale certificato proveniente da cave, contenente limo. Deve essere compresso e stabilizzato con attrezzature specializzate.
    4. Strato di pietrisco: con uno spessore di 4 cm, fornisce una base solida per l'autobloccante.
    5. Massello autobloccante: con uno spessore di 6/8 cm, a seconda del prodotto scelto.

    Punti chiave:

    • Il sottofondo stabilizzato deve essere composto da materiale certificato e deve essere adeguatamente compattato e innaffiato durante la fase di installazione.
    • Lo spessore del pietrisco deve essere controllato attentamente per evitare variazioni indesiderate di livello.
    • Dopo la posa, l'autobloccante deve essere sottoposto a diversi passaggi di compressione (3/4 passaggi) per garantire la corretta stabilità della pavimentazione.
    Rispettare attentamente queste regole durante la realizzazione di una pavimentazione in massello autobloccante assicurerà un risultato di alta qualità e duraturo nel tempI
  • COSA METTERE PER NON FAR CRESCERE L'ERBA TRA I MASSELLI AUTOBLOCCANTI?

    Il "telo non telo" (più correttamente si dovrebbe denominare "geotessuto") viene steso sopra al sottofondo per limitare la nascita di piante infestanti nella pavimentazione.

  • COSA METTERE AI LATI DEI MASSELLI AUTOBLOCCANTI?

    Un ruolo fondamentale in questo caso hanno i cordoli in quanto vanno a bloccare la pavimentazione per evitare oscillamenti.

  • QUALI SONO I PASSAGGI CHIAVE PER LA MANUTENZIONE CORRETTA DEGLI AUTOBLOCCANTI?

    La manutenzione degli autobloccanti è abbastanza semplice, in generale si consiglia di:

    • Lavara con acqua e sapone neutro per rimovuere sporco e macchie
    • Verificare periodicamente se è necessario aggiungere sabbia nelle fissure.
  • PERCHE' DOVREI SCEGLIERE I MASSELLI AUTOBLOCCANTI ANZICHE' IL CEMENTO STAMPATO?

    Gli autobloccanti offrono vantaggi significativi rispetto al cemento stampato. Essi permettono una maggiore permeabilità del terreno, riducono il rischio di formazione di pozzanghere e favoriscono il drenaggio delle acque piovane. Inoltre, sono più flessibili e resistenti alle sollecitazioni meccaniche, offrendo una maggiore durabilità nel tempo senza la formazione di crepe o rotture. Infine, la loro varietà di colori, forme e design permette una maggiore personalizzazione estetica, adattandosi facilmente ai diversi contesti architettonici. 

  • 1

Condividi

Carrello